Albo Pretorio

A

Amministrazione Trasparente

amministrazione trasparente san gregorio

Fatturazione Elettronica

fatturazione elettronica san gregorio

IUC: Imu-Tari-Tasi

iuc san gregorio

Suap Comunale

suap san gregorio

 

Modulistica Uffici

Modulistica san gregorio

CALCOLO IMU

imu

Piano Stritturale Comunale

  psc san gregorio

Differenziata porta a porta

differenziata

Indice P. Amministrazione

ipa

Servizio Comunicando

whts

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

Contatore

Proverbi Locali

proverbi

 

 L'oru luci nta mundizza

Cui camina cu zoppu all'annu zoppia

C'è cchiu jorna ca satizzi

A gatta prescialora faci i figghj orbi

A porta i Catanzaru c'è na scritta fandi quantu ndi voi ca cca t'aspettu

Cchiu du scuru da menzannotti no po veniri nenti

Fora du culu meu a ccu pigghja pigghja

A megghju morti è a subitanea

I dinari d'u suraru si mangiau u sciampagnuni

Quando eramu ziti caramelli e ccicculati , mo chi simu maritati pani tostu e vastunati

Si nannuma non moria campava

U dissi San Gennaru! cà pe cazzuni non c'è riparu

A coddara gugghji e u porcu è ancora a montagna

A stuppa vicinu o luci pigghjia

Panza chjna canta no cammina janca

Cu sparti avi a megghjiu parti

Si scappi ti sparu, si ti fermi ti curtesgiu

Mali non fari e paura non aviri

Cu eppi luci campau, cu eppi pani moriu

Puru i pulici hannu a tussi

Megghjiu u sambucu avanzi a porta c'a cerza a montagna

U cavagju jestimatu nci luci u pilu

I niputi putali e si jettanu tornali a putari

A santi no vutari e a figghjioli no promettiri

U cacatu njuria o pisciatu

I cosi longhi nci fannu serpi

Nci dissi u surici a nuci: dammi tempu ca ti perciu

Cu genti i montagna no fari cuccagna

Si tutti acesgji canuscenu u ranu

Quando a tavula e misa cu no mangia perdi a spisa

Quando u picciottu voli u ciangi cu randi voli u nci menti

Dio u ndi libera di l'omani all'anta e di immani o suli

Na nuci nta nu saccu non faci scrusciu

Si voi prestu impoveriri manda aiutu e non jri

Nci rispetta u cani p'amuri du patruni

O a carni è tosta o u curtegju no tagghjia

Ogni spirito leva in domini

Cu stavi cà speranza d'atri e no cucina veni a sira e canta la diana

Si comu a giugnu no ndi vogghjiu e no ndi dugnu

L'omu avvisatu è menzu sarvatu

Si comu pitta avanti furnu

Si comu a mercuri ammenzu a simana

U signori nci manda u pani a cui non avi denti

I jestimi su di canigghjia cu i manda nci pigghja

Vaci avanti e arredi comu o cordaru

No nc'è luttu senza arrisi e no nc'è matrimoniu senza chjantu

I nu pilu nci faci nu travu

Cu paga sordi avanti mangia pisci fetenti

Paga u giustu po' peccatori

I sordi di ricotti ndi futtimmu a quattru botti

Chigju chi faci a vecchja a na simana u giovani su futti a na matina

Mparati culu pe quando si sulu , ca quando si accumpagnatu si nu malu scrianzatu

U scarparu vaci sempri scazu

Avanza porci, ca ti cundi u mussu

Prima d'arruri nci voli avvertenza ca dopu a mu pigghji u manicu e a pacenzia

Comune di San Gregorio d'Ippona

P.IVA : 00352950794

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.248 secondi
Powered by Asmenet Calabria